COPERTURE PER LAGHI ARTIFICIALI

COPERTURE PER LAGHI ARTIFICIALI

Coperture per invasi artificiali e specchi d'acqua

Lo scopo principale delle coperture sui laghi artificiali è evitare la formazione delle alghe: i raggi solari non penetrano nell'acqua che resta limpida, garantendo una maggiore pulizia e proteggendo così le tubazioni, gli ugelli, gli irrigatori e le pompe dell'impianto di irrigazione da intasamenti difficili da rimuovere in un secondo tempo, se non addirittura costringendo il cliente alla sostituzione delle parti tecniche. Per questi motivi, sarebbe bene pensare alla copertura in fase progettuale, non in tempi successivi al montaggio, come quasi sempre avviene.
Le coperture possono essere installate anche su vasche prefabbricate in cemento o cls o beton o sulle vasche d'acciaio Genap® (vedasi la pagina relativa).
Le tipologie di coperture per bacini idrici sono essenzialmente tre:
  1. Coperture ombreggianti con rete in tensione (Genatex 700, polipropilene intrecciato): installazione possibile fino a un massimo di 20 metri di larghezza (lunghezza libera), per ragioni di resistenza strutturale in caso di forti precipitazioni o nevicate.
  2. Coperture galleggianti con telo impermeabile (Aquatex Ex, polipropilene liscio): installazione possibile per qualsiasi dimensione, purché il telone poggi sul fondo (e non sulle sponde del lago artificiale), nel caso in cui l'invaso artificiale restasse vuoto; la copertura deve fare ombra su almeno il 70% della superficie dello specchio d'acqua perché possa sortire l'effetto desiderato.
  3. Laghi chiusi con copertura totale (Genatex 850 in PVC rinforzato resistente ai raggi UV): nei primi 2 casi, l'acqua piovana penetra nel lago, mentre con una copertura completa la pioggia si posa su di essa. Ciò è molto utile sia qualora si volesse far stoccaggio di acqua potabile, al fine di evitare che le acque meteoriche possano contaminare il contenuto dell'invaso, sia nei lagoni dedicati allo stoccaggio dei liquami zootecnici, per evitare una riduzione della capacità volumetrica utile. Questa terza tipologia, tuttavia, non è consigliata per i laghi artificiali ad uso irriguo, in quanto non strettamente necessaria e più costosa (il costo dell'impermeabilizzazione raddoppia, perché la copertura di fatto è, a tutti gli effetti, un telo impermeabile supplementare: l'acqua viene stoccata tra il telo di fondo e il PVC rinforzato).